Come organizzare una perfetta serata barbecue con gli amici

Per i veri amanti del barbecue, ogni momento dell’anno e, soprattutto, ogni occasione sono buoni per organizzare una bella cena in compagnia e deliziare i propri ospiti facendo sfoggio di grandi doti culinarie.

In effetti, quella del barbecue è considerata da molti una vera e propria arte. Saper scegliere i tagli di carne migliori, conoscere i giusti metodi e tempi di cottura per le diverse pietanze e creare perfetti abbinamenti di spezie per esaltare i sapori senza mascherarli, richiede davvero molta esperienza.
Tuttavia, vale davvero la pena di cimentarsi con questo particolare tipo di cucina, dal momento che, prendendo le giuste precauzioni, essa si rivela salutare ed estremamente gustosa, perfetta per passare gradevoli serate in compagnia, all’insegna del buon cibo e del piacere dello stare insieme.

Sono davvero molti i particolari a cui badare per organizzare una cena perfetta. In questo articolo, scegliamo di concentrare la nostra attenzione su 5 importanti aspetti di cui sarà importante tenere conto per offrire una serata davvero speciale ai tuoi invitati.

L’attrezzatura per il barbecue

Il primo punto da considerare riguarda il braciere che intendiamo utilizzare e gli strumenti di cui ci avvarremmo.
Esistono molti tipi diversi di barbecue, dai classici a legna o carbonella, i più amati dai veri appassionati della cottura alla brace, ma poco indicati per chi è molto attento alla salute, ai più moderni modelli a gas. Questi ultimi non conferiscono ai cibi l’inconfondibile aroma di affumicatura, ma riducono sensibilmente la formazione di composti tossici e permettono una fine regolazione della temperatura di cottura, consentendo di ottenere pietanze sane e molto gustose.

Dotarsi dei giusti accessori è molto importante per la buona riuscita di una grigliata. Ad esempio, bistecche e salsicce non devono essere bucate con la forchetta, per evitare la dispersione dei grassi e dei succhi della carne: molto meglio ricorrere alle apposite pinze e palette per girare e togliere dalla griglia le pietanze.
In più, è possibile dotarsi di diversi strumenti studiati ad hoc, come una griglia per la cottura delle salsicce o per quella del pesce e lo specifico cestino per la pietra lavica o le mattonelle in ceramica, materiali che permettono di riprodurre l’effetto della cottura alla brace anche utilizzando un barbecue a gas. Cliccate qui per conoscere le caratteristiche degli accessori per il barbecue in vendita presso i rivenditori specializzati.

Il menù vegetariano

Anche se per molti di noi la parola barbecue è sinonimo di carne cotta alla griglia, non è detto che tutti gli ospiti apprezzino questo tipo di menù, dal momento che sempre più persone abbracciano la filosofia vegana, eliminando dalla propria dieta qualunque prodotto animale.

Fortunatamente, anche gli ospiti più esigenti potranno essere facilmente accontentati. La griglia può essere utilizzata per abbrustolire del pane e preparare delle ottime bruschette condite con pomodori o salse a base di prodotti vegetali. In più, va detto che le verdure cotte alla brace si rivelano particolarmente gustose e, secondo alcuni recenti studi, anche molto valide sotto il profilo nutrizionale. Via libera, dunque, a melanzane, zucchine e peperoni in grande quantità e da condirsi rigorosamente al termine della cottura. L’unico particolare a cui si dovrà fare attenzione, sarà dare la precedenza alla preparazione delle verdure, per evitare di cuocerle su una griglia già unta dal grasso della carne.

I trucchi per una cottura perfetta

Come già accennato, cuocere a puntino la carne è tutt’altro che semplice. Bisogna evitare di esagerare con la cottura perché, con le alte temperature, nelle parti bruciacchiate si ha la formazione di composti molto pericolosi, le ammine aromatiche, di cui è stato dimostrato l’effetto cancerogeno. Di contro, però, molti non apprezzano la carne al sangue sebbene sia più salutare e saporita.
La soluzione migliore è dotarsi di un termometro alimentare: questo particolare strumento può essere reperito sia online che nei negozi specializzati e consente di misurare la temperatura all’interno dei cibi in cottura. Questo approccio “scientifico” è infallibile e garantisce cotture impeccabili.

Altri accorgimenti utili per grigliate perfette sono:

  • scegliere sempre tagli di carne magri e di provenienza certificata;
  • accertarsi che la carne sia perfettamente scongelata prima di iniziare la cottura;
  • preferire fettine sottili e pezzi di carne piccoli, che cuociano velocemente;
  • evitare l’uso di sale e olio durante la cottura e preferire spezie e marinature per insaporire le pietanze;
  • servire sempre la carne ben calda, appena tolta dalla griglia.

L’importanza dei contorni

Anche se spiedini, salsicce e bistecche rappresenteranno le portate principali, è importante non trascurare i contorni. Una buona insalata può essere molto utile a fine a pasto, per rinfrescare la bocca ed aiutare ad alleviare il senso di pesantezza che accompagna qualunque grigliata molto abbondante. Una buona idea è quella di servire contorni a base di crucifere, ovvero di cavoli, rape e verza, ortaggi caratterizzati da un sapore che si sposa molto bene con quello della carne e da un contenuto molto elevato di sostanze antiossidanti e antitumorali, molto utili per contrastare gli effetti negativi della cottura alla griglia.

Cenare all’aperto

Soprattutto nelle sere d’estate, grigliate e cene si svolgeranno all’aperto, garantendo la giusta frescura e una atmosfera piacevole.
Oltre a curare l’allestimento della tavola, il posizionamento delle luci e l’aspetto generale del giardino, della terrazza o del balcone, sarà molto importante posizionare il barbecue in maniera tale che il fumo prodotto, specie se si utilizza la carbonella, non investa la tavolata: si tratterebbe di un errore molto banale, ma sufficiente a rendere poco piacevole la serata.